Notifiche
Cancella tutti

Tac bambina 8 anni

3 Post
2 Utenti
0 Likes
195 Visualizzazioni
(@luisa-giordano)
Post: 2
Membro
Topic starter
 

Buongiorno, 
vi scrivo perché sono molto preoccupata e temo di aver danneggiato la salute di mia figlia che ha 8 anni.

Al pronto soccorso la bambina è stata sottoposta ad una tac al collo con e senza MDC per verificare la presenza di un ascesso cervicale.
Per fortuna la Tac è risultata negativa ma adesso temo le conseguenze delle radiazioni su una bambina così piccola.

Spero che qualcuno possa rassicurarmi.

Grazie

 
 
Pubblicato : 14 Luglio 2023 14:13
Tag argomenti
(@fisicimedici)
Post: 111
Membro
 
Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo per essersi rivolta alla AIFM.
Possiamo senz’altro rassicurarla.
I medici, quando devono decidere se effettuare o no un esame che comporta esposizione a raggi X, devono confrontare il rischio dovuto alle radiazioni ionizzanti (i raggi X appunto) con il rischio associato ad una mancata diagnosi. A questo compito assolve il medico prima di proporci l’esame radiologico con quella che si definisce “Giustificazione dell’Indagine”. In questo processo il medico tiene conto del rischio cosi detto “naturale” che ciascuno di noi ha di confrontarsi, nel corso della sua vita, con una patologia oncologica anche, ma non solo, a causa dell’esposizione ad agenti quali le radiazioni ionizzanti, che noi riceviamo non solo a causa delle radiografie e delle altre attività umane, ma anche a causa delle radiazioni di origine naturale (il cosiddetto “fondo naturale”).
Una valutazione precisa della dose che sua figlia ha ricevuto con l’esame che ci riferisce non possiamo dargliela perché dipende molto dai parametri tecnici dell’esame stesso. Al di là del valore esatto di dose, tuttavia, anche nel peggiore dei casi, sebbene il rischio associato alle radiazioni ionizzanti non sia considerato mai pari a zero, le radiografie e le TC in generale espongono il Paziente, anche pediatrico, come nel suo caso, ad un rischio aggiuntivo non eccessivo, sicuramente non tale da destare preoccupazioni o da richiedere ulteriori approfondimenti.
Un ultimo consiglio: eviti di cercare informazioni su internet, vi sono molti siti che creano paure del tutto ingiustificate. Se proprio vuole usare il web, consulti pagine pubblicate da Associazioni di comprovata scientificità quali AIFM –
Nella speranza di essere stati di aiuto, la ringraziamo ancora per averci contattato e la salutiamo cordialmente.
 
Pubblicato : 14 Luglio 2023 15:27
(@luisa-giordano)
Post: 2
Membro
Topic starter
 

grazie davvero per le parole di rassicurazione.

 
Pubblicato : 17 Luglio 2023 21:09
Condividi: